Giacomo Suriano
Imprenditore dall'Anno 1986 del Gruppo Suriano Automotive dell'Anno 1960!
Ceo & Founder di Soft Studio Informatica dall'Anno 1994!

🌏Mondo Fintech 🌐 Crypto Valute ✈ Blockchain 
🏛 Defi Dao NFT Metaverso Mining Industriale Bitcoin 👇

LA NASCITA DI UNA 
C0MMUNITY 
DI BITCOINERS

Dal 2009 si sta sviluppando una una vastissima Community di Bitcoiners in tutto il Mondo, ossia di persone che amano questo strumento, lo accumulano, tramite il mining e il tradind, e lo vogliono utilizzare come sistema di pagamento.

Cryptovalute

 La Prima cyptovaluta che e' stata creata e' il Bitcoin BTC nata a gennaio 2009.
Il Bitcoin vengono immessi nel mercato attraverso il processo di mining 

Il Mining

Attraverso il software open source della blockchain si attiva un processo di calcolo che genera l'estrazione del Bitcoin.

LE TECNOLOGIE DELLE CRIPTOVALUTE

Le criptovalute utilizzano tecnologie di tipo peer to peer(p2p) residenti su reti, i cui nodi risultano costituiti da computer di utenti, situati potenzialmente in tutto il globo. Su questi computer vengono eseguiti appositi programmi che svolgono funzioni di portamonete. Non c’è alcuna autorità centrale che le controlla e le transazioni e il rilascio avvengono collettivamente in rete, ossia non c’è una gestione di tipo “centralizzato”.

LA BLOCKCHAIN

Non esiste un ente regolatore centrale ma le transazioni vengono conservate e validate mediante un immenso database distribuito fra tutti i miner. Sostanzialmente i Bitcoin vengono immessi nel mercato attraverso il processo di mining che prevede la connessione alla rete e che, attraverso il download del software open source della blockchain di Bitcoin, potrà avviare un processo di estrazione basato su calcoli effettuati dai computer per verificare l’univocità e la sicurezza delle transazioni. Il computer che terminerà il calcolo assai complesso dell’algoritmo correlato, riceverà come remunerazione Bitcoin (o frazioni di esso).

COMMUNITY DI BITCOINERS

Le criptovalute utilizzano tecnologie di tipo peer to peer(p2p) residenti su reti, i cui nodi risultano costituiti da computer di utenti, situati potenzialmente in tutto il globo. 

Su questi computer vengono eseguiti appositi programmi che svolgono funzioni di portamonete. Non c’è alcuna autorità centrale che le controlla e le transazioni e il rilascio avvengono collettivamente in rete, ossia non c’è una gestione di tipo “centralizzato”.

Queste proprietĂ , uniche nel loro genere, non possono essere esplicate dai sistemi di pagamento tradizionale che pertanto si ritrovano ad essere considerati superati dalla nuova tecnologia.

Il controllo decentralizzato di ciascuna criptovaluta funziona attraverso una tecnologia di contabilitĂ  generalizzata (DLT), in genere una blockchain, che funge da database di transazioni finanziarie pubbliche.

La prima criptovaluta che è stata creata è il Bitcoin BTC), nata a gennaio 2009 da un informatico del quale è noto solo lo pseudonimo, Satoshi Nakamoto, è basata sul protocollo proof-of-work, è la prima criptomoneta per valore, la prima ad essere conosciuta in massa, e la prima ad essere riconosciuta come forma di pagamento da diversi siti Internet, nonchÊ commercianti.

Non esiste un ente regolatore centrale ma le transazioni vengono conservate e validate mediante un immenso database distribuito fra tutti i miner. 

Sostanzialmente i Bitcoin vengono immessi nel mercato attraverso il processo di mining che prevede la connessione alla rete e che, attraverso il download del software open source della blockchain del Bitcoin, potrà avviare un processo di estrazione basato su calcoli effettuati dai computer per verificare l’univocità e la sicurezza delle transazioni.

 Il computer che terminerà il calcolo assai complesso dell’algoritmo correlato, riceverà come remunerazione Bitcoin (o frazioni di esso).

E’ opportuno precisare che il numero di Bitcoin generabili è prestabilito in 21 milioni e la loro produzione, inversamente proporzionale alla durata, terminerà nel 2140.

La crescita del valore della moneta, scambiata su appositi mercati on line(definiti exchange), dipende esclusivamente dall’incontro della domanda e dell’offerta e non è soggetto al meccanismo di controllo tipico delle valute Fiat effettuato tramite politiche monetarie.

Dal 2009 si sta sviluppando una vastissima Community di Bitcoiners in tutto il Mondo, ossia di persone che amano questo strumento, lo accumulano, tramite il mining e il trading, e lo vogliono utilizzare come sistema di pagamento.

I numeri dei Bitcoiners

Il problema attuale è che è difficile usare Bitcoin direttamente nel mondo reale, ad esempio nella vita quotidiana è ancora difficile poterlo utilizzare al Supermercato, ma il numero di Bitcoiners continua ad aumentare ogni giorno, addirittura nell’ultimo triennio ha avuto un incremento del 400%, oggi si stima che oltre 100.000.000 di persone posseggono Bitcoin, ma la curva di crescita è molto accentuata ed è paragonabile a quella legata all’utilizzo di Internet dei primi anni ’90.

Powered By ClickFunnels.com